I 10 strumenti che ti aiutano a rimuovere in modo efficace i punti neri

Vuoi scoprire come far sparire dal tuo viso quegli antiestetici punti neri? Te lo diciamo noi attraverso 10 fantastici rimedi e dispositivi.

I 10 strumenti che ti aiutano a rimuovere in modo efficace i punti neri
I 10 strumenti che ti aiutano a rimuovere in modo efficace i punti neri
INDICE
    Add a header to begin generating the table of contents

    Se il tuo desiderio è quello di sbarazzarti di quei piccoli ma insidiosi puntini neri sulla tua pelle, sappi che non sei la sola! Questi innocui quanto temuti invasori non piacciono proprio a nessuno, e tuttavia finiscono per colpire  prima o poi la maggior parte di noi, in modo inesorabile ed impietoso. Non sono dannosi, ma i punti neri sono la croce di tutti coloro che cercano di prendersi cura della propria pelle e di mantenerla sempre sana e priva di inestetismi.

    Sorvolando sull’analisi delle cause che li determinano, come ad esempio gli agenti atmosferici, un’alimentazione non corretta o il sebo in eccesso, i punti neri tendono a riformarsi dopo essere stati rimossi e correre ai ripari è davvero una pratica frequente.

    Nei nuovi canoni di bellezza imposti in modo molto forte dai social, la pelle assume un ruolo da protagonista nell’identificazione di standard che vedono la beltà moderna identificarsi in una carnagione perfetta, priva di qualsiasi imperfezione.

    Una pelle senza punti neri non è un miraggio

    Una pelle senza punti neri non è un miraggio

    Ognuno pensa che non esista in alcun dove la bacchetta magica in grado di  eliminare macchie ed antiestetiche insorgenze di macchie e punti neri sulla pelle …ma, è proprio così? Volgendo lo sguardo all’avanzamento della tecnologia più al passo coi tempi, si notano inusitate messe a punto  di specifici strumenti che forse potrebbero essere assimilati a moderne bacchette magiche, in grado di far fare un balzo in avanti sul tema punti neri.

    Abbiamo selezionato per te i dispositivi in commercio che più corrispondono al ruolo di strumenti magici contro i punti neri, e sicuramente molto efficaci per cancellare dalla tua pelle questi sgraditi, piccoli colonizzatori.

    Conta fino a 10 e i punti neri spariranno in un batter di ciglia, anzi…di pori!

    I punti neri sono semplicemente una manifestazione di acne e possono capitare a chiunque. Come già saprai, essi arrivano quando si verifica un’ostruzione di pori a causa cellule morte e sebo in eccesso. Essendo i punti neri soggetti ad ossidazione, essi assumono il temuto colore nero che scatena il desiderio comune di sbarazzarsene.

    Tra i metodi contemplati per la loro rimozione, non compare la strizzatura fai dai te dei punti neri, in quanto essa è molto dannosa e può lasciare cicatrici indelebili sulla pelle.

    Come sottolinea la famosa dermatologa della Pennsylvania dott.ssa Allison Britt Kimmins, “La buona notizia è che c’è una cornucopia di prodotti con la capacità di esfoliare, ammorbidire e rimuovere i punti neri.  Compiere questa operazione utilizzando gli strumenti adatti, significherà per te:

    • sbarazzarti dei tuoi punti neri
    • prevenire la formazione di quelli futuri
    • prenderti una migliore cura generale della tua pelle
    • avere una pelle sana e luminosa, per esaltare la tua bellezza

    1. Rimozione dei punti neri con l’acido salicilico

    Il termine potrebbe non rientrare nel gergo comune, ma questo acido è usato molto di frequente in molti prodotti volti a risolvere problemi dermatologici. Si tratta di una sostanza con potenzialità esfolianti che ne veicolano l’utilizzo verso le imperfezioni della cute del viso, come acne e punti neri.

    In pratica, quest’acido viene sintetizzato in laboratorio da tecnici specializzati, ma si può trovare allo stato libero in natura nella frutta (arance, uva, albicocche, fragole, pesche ed ananas) ed anche nelle verdure come gli spinaci e il radicchio. Inoltre, la presenza dell’acido salicilico viene riscontrata anche nei fiori come le violette ed i tulipani.

    [MOLEKULAR BILD]

    La storia della scoperta di quest’acido risale al XIX sec. e deriva dall’albero del salice, utilizzato inizialmente come antinfiammatorio prima di diventare un’importante sostanza di riferimento per i prodotti cosmetici della pelle. In particolare, viene utilizzato come scrub per il viso ed esfoliante per ridare lucentezza ed aiutare a sbarazzarsi degli indesiderati comedoni. Puoi trovare in commercio questa sostanza sotto forma di creme o anche di stilo, che per praticità sono davvero ottimi per la capacità di andare in modo mirato sul punto da coprire ed eliminare.

    2 Esfoliazione delicata con AHA e BHA

    Ancora degli acidi in causa per questo ulteriore metodo di rimozione dei punti neri. Si tratta degli AHA (acidi glicolico, lattico, malico e mandelico) e dei BHA (acido salicilico, già citato). Entrambi agiscono per idratare, illuminare e pulire la pelle per aiutarti a sbarazzarti dalle impurità. Sono entrambi ottimi alleati come supporto contro l’invecchiamento, ma soprattutto possono migliorare l’aspetto della tua pelle.

    3. Usa l’argilla come maschera: verde o rossa?

    Usa l’argilla come maschera verde o rossa

    Ingrediente fantastico l’argilla, la cui consistenza rimanda a tradizioni secolari che ricordano un passato che si perde nella notte dei tempi, testimone del fatto che le donne si sono sempre prese cura della propria bellezza fin dagli albori delle civiltà.  Sostanza scevra da ogni inquinamento chimico, l’argilla rimuove in modo naturale le impurità del viso, punti neri in primis.  L’argilla verde è particolarmente indicata per assorbire il sebo in eccesso, mentre quella rossa si presta bene a migliorare le pelli affette da punti neri, grazie al suo contenuto di ossido di ferro e di elementi oligominerali.

    4. Prova a fare una maschera al carbone

    Prova a fare una maschera al carbone

    Se non l’hai mai sperimentata, prova a farne una e vedrai come in pochissimo tempo la tua pelle risulterà più luminosa e pura. Si, sappiamo che potresti titubare di fronte ad una maschera al…carbone nero per eliminare dei…punti neri. Il principio non è fondato su “chiodo scaccia chiodo” né su quello che “due (colori) simili  si respingono” , ma molto più semplicemente il carbone funziona poiché questa sostanza vegetale ha proprietà intrinseche che riescono a purificare la pelle, a restringere i pori e ad affinare la grana cutanea.

    5. Il peeling chimico si allea con la tua pelle

    Gli esfolianti chimici non sono visti di buon occhio da coloro che perseguono rimedi naturali per rimuovere le impurità della pelle, e tuttavia gioia e tripudio sono una reazione comune alla luce dei risultati efficaci che essi hanno la capacità di apportare. Attraverso l’utilizzo di tali esfolianti, lo strato più superficiale dell’epidermide viene rimosso, consentendo a nuove cellule di rigenerare la pelle.  Esistono in commercio esfolianti di diverso tipo e diverse categorie di esperti che lo praticano, da estetiste a personale medico specializzato, con risultati diversi e più o meno profondi a seconda del trattamento.

    6. Avvolgi il tuo viso in una nuvola di vapore

    Questo rimedio è molto amato sia da coloro che amano pulire la propria pelle da soli, che dai professionisti nel campo dell’estetica. I trattamenti al vapore aprono i pori e costringono le impurità ad abbandonare la tua pelle, pulendo in profondità. In particolare, essi ammorbidiscono i punti neri consentendone una più facile rimozione. Il vapore è un alleato prezioso della tua pelle, ed i suoi vantaggi sono veramente infiniti poiché esso dilata i vasi sanguigni e migliora la circolazione del sangue, oltre a favorire il rilascio di ossigeno e a nutrire la pelle. L’effetto? Una pelle libera da impurità, luminosa ed ancora più bella.

    7. Che utile invenzione gli aspira punti neri!

    Che utile invenzione gli aspira punti neri

    Rimedi naturali e chimici alimentano la grande varietà di trattamenti tra cui scegliere per migliorare l’aspetto della tua pelle e sbarazzarti degli antipatici punti neri. Un discorso a parte meritano gli estrattori di punti neri, un utilissimo strumento su cui puoi scommettere che la tua pelle migliorerà. La scelta disponibile in commercio è sconfinata, per cui diventa importante affidarti a consigli e prodotti selezionati come “I 10 migliori aspiratori per punti neri” per non rischiare di procurarti prodotti non efficaci.

    I dermatologi consigliano di tenere questo strumento perpendicolare al viso per un’azione più incisiva, e di modulare la pressione sul viso rispettando i tempi indicati nelle istruzioni sull’uso, al fine di lasciare agire in modo delicato il dispositivo.

    8. La vecchia scuola delle strisce per i punti neri

    Un vecchio rimedio, ma sempre in auge per la sua semplicità di utilizzo per la rimozione dei punti neri. Le istruzioni per l’uso possono semplicemente recitare “applicare sul naso come un cerotto”. In pratica, si tratta proprio di una sorta di cerotto che si applica dopo aver adeguatamente preparato la pelle aprendo i pori con vapore o acqua calda, in modo che possa tirar via i punti neri senza troppo sforzo. In realtà, diversi dermatologi tendono a storcere il naso su questo rimedio piuttosto spartano, ma di cui viene rilevata la popolarità attraverso le recensioni di molti utenti che si cimentano a sperimentare questo metodo a casa.

    9. Non sottovalutare la Vitamina C

    Non sottovalutare la Vitamina C

    La categoria delle vitamine in generale fornisce un potente supporto per la pelle, e di base viene considerata imprescindibile in ogni piano estetico mirato a migliorare il viso e a rimuovere le impurità della pelle. In particolare, la vitamina C ha proprietà antibatteriche che come conseguenza naturale determinano l’ottenimento di una pelle più pura.

    Inoltre, essa stimola la produzione di collagene ed aiuta a rigenerare il fegato. Quest’ ultima peculiarità è importante per comprendere che il fegato produce tossine, incluse nell’elenco delle cause alla base dell’insorgenza dei punti neri.

    Da dove prendere la vitamina C? Essa è contenuta in molti alimenti come agrumi, broccoli ed ogni verdura a foglia scura. Inoltre, un apporto più consistente di questa vitamina è fornito dagli integratori alimentari. Dal punto di vista dei trattamenti cosmetici invece, diverse sono le ricette fai da te a base di buccia di agrumi, che mischiata con l’acqua ed applicata sulla pelle per qualche minuto rinnova il viso purificandolo.

    10. Un pot pourri di “gadgets” da provare contro i punti neri

    Eliminando da questa carrellata di rimedi le dita che, come abbiamo già accennato, non sono da considerare nella lotta ai punti neri, esistono diversi gadgets interessanti ed utili che potresti sperimentare per rimuovere ogni impurità dalla tua pelle. Partiamo dagli estrattori di comedoni fatti in metallo, ritenuti da molti dermatologi utilissimi e molto efficaci per rimuovere i punti neri.

    In aggiunta, esistono sul mercato le piccole spatole per la pelle, manuali o a vibrazione, che forniscono un grande aiuto per eliminarli dalla cute.  Particolari tipi di spatole-scrubber in commercio utilizzano addirittura la tecnica degli ultrasuoni unita alla vibrazione, assicurando un peeling profondo che, coadiuvato da una luce blu, assicura una pulizia profonda e duratura.

    E i farmaci per i punti neri?

    E i farmaci per i punti neri

    I farmaci non sono sicuramente un rimedio che possiamo inserire nella nostra lista, in quanto vi si ricorre solo in particolari casi gravi, quando i punti neri invadono letteralmente il corpo senza controllo. In questa situazione, con l’ausilio di personale medico specializzato è autorizzato ricorrere a farmaci per uso topico che possono aiutare a risolvere uno stato della pelle compromesso. I farmaci maggiormente adottati in queste situazioni, sono generalmente a base di :

    • Perossido di benzoile: principio attivo molto efficace per rimuovere punti neri ed imperfezioni cutanee, oltre ad essere un buon antibatterico.
    • Tretinoina: ottimo esfoliante in grado di incentivare il rinnovo delle cellule.

    L’intervento di consulenza di un medico, può sicuramente aiutare a dissipare ogni dubbio sulla conferma che i punti indesiderati siano veramente punti neri e non altre manifestazioni cutanee che impongano un trattamento diverso. In ogni caso, una visita dermatologica è sempre consigliata quando ci si trova in presenza di imperfezioni cutanee rilevanti, per scongiurare il rischio di essere in presenza di severe infezioni batteriche.

    I consigli degli esperti

    Rispetto alla lunga lista di strumenti disponibili in commercio, esiste parallelamente un’altra lista che invece non è in vendita, e che corrisponde alle raccomandazioni e ai consigli che gli esperti elargiscono sul web e attraverso ogni mezzo di informazione sulle impurità cutanee.

    Tali consigli, non devono essere sottovalutati in quanto hanno un’importanza primaria, alla stregua dei trattamenti cosmetici che vengono adottati per migliorare la tua pelle.

    Innanzitutto, quel che viene spessissimo sottolineato è il fatto che, nonostante la materia oleosa presente sulla pelle sia una delle più comuni cause di insorgenza di punti neri, alterare la presenza di questa sostanza sarebbe deleterio per la pelle.

    Di conseguenza, l’attenzione deve essere volta a tenere i livelli sebacei della pelle ben bilanciati, poiché questo contribuisce a tenere la pelle libera dai punti neri. Il meccanismo da comprendere è che quando c’è una mancanza di sebo nella pelle, essa tende a produrne in eccesso e questo innesca e favorisce l’arrivo dei punti neri.

    Questo punto è stato ben chiarito dalla celebre guru dell’estetica Christine Chin: devi impegnarti a mantenere il giusto apporto di sebo tenendo bilanciati i livelli di idratazione della pelle, per cui ben vengano creme emollienti non comedogeni.

    Usare prodotti non comedogenici è un altro punto fondamentale: si tratta di tutti quegli ingredienti che hanno una bassa possibilità di favorire la comparsa di comedoni. Il valore che determina quanto un prodotto sia comedogeno o no, dipende in larga parte dal tipo di pelle che hai, ma in generale i prodotti che ungono la pelle vengono considerati comedogenici.

    Altra raccomandazione di cui sono piene le pagine online ed offline, riguarda la raccomandazione di non andare a dormire senza struccarsi: nonostante sembra uno sterile consiglio retaggio del passato, questo punto è invece fondamentale per impedire che la pelle si copra di impurità. Il trucco infatti, non lascia la pelle respirare ed in aggiunta ostruisce i pori che finiscono per riempirsi di impurità e di punti neri che puoi evitare attraverso una buona routine serale, struccandoti in profondità.

    Cosa NON devi fare per rimuovere i punti neri

    Cosa NON devi fare per rimuovere i punti neri

    Approfittiamo di questa guida per rimarcare anche quel che non devi mai fare per rimuovere i punti neri, in quanto riteniamo che le cose da evitare vadano tenute in pari considerazione rispetto ai rimedi per migliorare la tua pelle. Dunque, come NON peggiorarla?

    Le cose principali che ti esortiamo ad evitare tendono principalmente a scongiurare il rischio che tu possa incorrere in infezioni, infiammazioni ed irritazioni della pelle, che potrebbero avere come conseguenza l’insorgenza di cicatrici permanenti.  Dunque, come abbiamo già accennato, bando alla tentazione di strizzare i punti neri con le dita o le unghie.

    Non dirlo…sappiamo che è sicuramente difficile non cedere alla tentazione di spremere i tuoi punti neri, ma la pelle del naso è molto delicata, quindi è facile causare la rottura dei capillari e danni alla pelle. I follicoli sul naso sono piccoli e non hanno molta profondità, è molto facile per loro congestionarsi, soprattutto considerando il flusso attivo di sebo secreto dalle ghiandole sebacee. Se vuoi convincerti ulteriormente sui buoni motivi per evitare questa pratica, puoi anche leggere il nostro articolo: Schiacciare i punti neri, sì o no?

    Non tutti i rimedi annoverati nella categoria di quelli tradizionali e tramandati dalle generazioni passate sono automaticamente validi. Ad esempio, si sente spesso nominare il carbonato di sodio…il dentifricio…e simili… Ebbene, semplicemente non considerate l’applicazione di questi rimedi non testati scientificamente, in quanto essi potrebbero addirittura portare a peggiorare la condizione della cute, irritandola o alterando la quantità di sebo prodotta.

    E infine, dieta ed esercizio come sana routine quotidiana!

    Eh, si…ribadiamolo pure: alla base di un corpo sano e curato esiste sempre una routine salutare, fatta di un’alimentazione equilibrata e la giusta dose di attività fisica quotidiana. Ogni rimedio e cura, per quanto di per sè efficace, potrebbe infatti rivelarsi vano nel caso in cui oltre alla sua applicazione non si abbia cura di mantenere il corpo fisicamente attivo. Come per la salute di un albero, se le radici sono forti la pianta cresce sana e tutto, dal tronco alle foglie, sarà perfetto. Allo stesso modo, il corpo va curato dalla base ed i punti neri, piccoli ed apparentemente innocui, sono spesso un campanello di allarme e segno di uno stile di vita non ineccepibile che sicuramente si potrebbe migliorare. 

    La salute visibile della pelle è una commistione di benessere fisico e mentale, cui si può aggiungere anche “sociale” per dare un quadro più completo nella nostra era moderna. Curare ogni lato di questi aspetti, significa stabilire un equilibrio di cui il nostro stato psico-fisico possa giovare. La pelle riflette il nostro lifestyle e molto possiamo fare per farla apparire luminosa, soffice e soprattutto sana.

    Questa visione di perfezione non appartiene ai personaggi dello star-system, che appartengono ad una realtà fatta di filtri ed espedienti, ma è molto più vicina a te di quanto tu possa pensare, poiché si tratta di un obiettivo perseguibile e raggiungibile grazie ad una vita sana e coadiuvata da trattamenti cosmetici in grado di aiutarti ad essere bella e da invidiare.