Il mascara può essere nocivo? Se sì, quali precauzioni dovrei adottare?

Applicare il mascara può essere dannoso per i tuoi occhi? Scopri tutto sulle precauzioni da adottare per questa parte delicata del viso.

Il mascara può essere nocivo Se sì, quali precauzioni dovrei adottare
Il mascara può essere nocivo Se sì, quali precauzioni dovrei adottare
INDICE
    Add a header to begin generating the table of contents

    Quale strumento di bellezza per il make up è da considerarsi altrettanto indispensabile per le donne di qualunque fascia di età, costume e civiltà, stile o razza? Lo sguardo non è lo stesso e gli occhi affievoliscono il loro potere senza questo fondamentale ritocco alle ciglia, che in poche e semplici mosse trasforma il viso rivestendolo di una luce nuova. Usare mascara di qualità è sicuramente la regola base di ogni make up che si rispetti, ma non è sempre facile distinguere mascara alleati della pelle da quelli nocivi nel panorama sconfinato di offerte disponibili sul mercato. Schivare le insidie è un lavoro da professionisti, ed in questo nostro articolo abbiamo deciso di informarti sugli effetti del mascara, scomponendone l’analisi dalle sue componenti alle reazioni durante l’applicazione, fino ad arrivare a valutare i metodi e le precauzioni da adottare per avere uno sguardo attraente senza pagarne le conseguenze sulla tua pelle.

    Come si creava il mascara delle prime civiltà e che effetti provocava sul viso dei nostri antenati?

    I prodotti attualmente in commercio hanno certamente un’allure molto moderna, ma il gesto di mettere un mascara per sottolineare il tuo sguardo è invece molto antico e risale ad epoche antecedenti alla nascita di Cristo. L’autorevole storico della moda Daniel Delis Hill, in uno dei suoi libri intitolato History of World Costume and Fashion delinea le metodologie d’uso del mascara ai tempi dell’Antico Egitto, fornendoci uno spaccato di vita su una civiltà che affidava all’antenato del mascara – il kohl – un potere speciale sia per gli uomini che per le donne.

    Infatti, in quel periodo storico sia l’universo maschile che quello femminile ponevano molta attenzione allo sguardo, per diversi motivi.

    Il mondo della cosmetica non era nel passato appannaggio esclusivo delle donne, e faceva parte di una ritualità che il tempo ha sicuramente alterato, ma che ancora permea in modo sottile le relazioni sociali.

    Hill afferma che “i cosmetici erano utilizzati sia da donne che da uomini, soprattutto per valorizzare gli occhi e come protezione dal riverbero del sole”.

    Nella zona degli occhi, una sorta di mascara arcaico era realizzato con kohl nero in polvere ed un minerale di piombo.

    Il kohl era una interessante commistione in polvere di galena, malachite, antimonio e grasso animale ed aveva una funzione di protezione contro le sabbie del deserto sollevate dal vento e da ogni genere di fenomeno atmosferico.

    Le linee nere che esaltavano gli occhi e diventavano arte

    Le spesse linee che contornavano gli occhi diventarono tratti di ispirazione per l’arte sublime dell’epoca, sia scultorea che pittorica, a denotare l’enorme importanza che a quel tempo veniva dato alla zona degli occhi. Le opere più importanti dell’epoca, come ad esempio la tomba del Faraone Seti o quella di Nefertari presentano decorazioni pittoriche raffinatissime. Esse sono esemplificative e mostrano in modo chiaro occhi grandi e neri che campeggiano in nello spazio in un trionfo di bellezza sublime.

    Un altro tomo interessante è quello sulla storia del make up in epoca classica, scritto dalla fondatrice di Besame Cosmetics Gabriela Hernandez. Il libro si intitola: The History of Makeup: Classic Beauty, descrive chiaramente il valore del make up per le donne egiziane e l’utilità del kohl per entrambi i sessi. Questa prima forma di mascara primitivo era applicato in modo imprescindibile sempre, in qualunque frangente sia nelle giornate ordinarie che in quelle celebrative, con diverse varianti negli ingredienti.

    Creando una sorta di pozione che in tempi moderni non esiteremmo a definire “magica”, tanti ingredienti si alternavano per realizzare sguardi magnetici:

    antimonio, ossido di manganese nero, mandorle bruciate, piombo, ossido nero di rame, carbonio, ocra marrone, ossido di ferro, malachite e crisocolla, un minerale di rame.

    Queste sostanze oggi sarebbero ritenute nocive per gli occhi? Sicuramente sarebbero sottoposte ad esami molto accurati per accertarne l’eventuale nocività.

    La chimica della cosmetica: quali ingredienti sono contenuti nel mascara che usi

    La chimica della cosmetica

    I cosmetici sono prodotti essenzialmente mirati ad esaltare il tuo aspetto, accentuando la tua bellezza senza compromessi. Tuttavia, la composizione degli ingredienti è un aspetto da considerare alla stessa stregua di quello estetico, per poter acquisire la consapevolezza del prodotto che stai utilizzando.

    La gamma di mascara introdotti sul mercato negli ultimi anni è impressionante e deve farti riflettere sulla popolarità di un prodotto considerato indispensabile da donne di ogni fascia d’età.

    L’offerta di prodotti si è altamente differenziata e specializzata, ed è sufficiente dare un’occhiata alle migliori proposte di mascara suggerite dagli esperti per comprendere quanta varietà di scelta tu abbia. Ma i mascara non sono tutti uguali ed è consigliabile riuscire a comprendere le differenze che fanno la differenza!

    La base del mascara è costituita essenzialmente da acqua e pigmenti, ed in generale la composizione comune comprende pigmenti inorganici e coloranti naturali con diversificazioni a seconda del colore del mascara:

    • nero di carbonio per il mascara nero
    • ossido di ferro per il mascara marrone
    • blu oltremare per il mascara blu

    Nero di carbonio = è chiamato anche carbon black oppure nerofumo ed ha una composizione costituita da polvere di carbone molto fine, formata per la quasi totalità da carbonio in forma di grafite e fullereni, con in aggiunta molecole aromatiche. Per farti un esempio, il nerofumo è quella sostanza che possiamo riprodurre tramite una candela, se provi a mettere una superficie fredda vicino alla fiamma. Infatti, noterai che si produce e deposita sulla superficie una patina nera, che per l’appunto prende il nome di nerofumo.

    Ossido di ferro = è chiamato anche ossido bruno ed è un pigmento inorganico altamente puro, preposto alla realizzazione di make up. Si tratta di un ottimo colorante utilizzato nella produzione di ombretti, fard, eyeliner e mascara. Tale pigmento minerale è quasi privo di impurezze, di colore opaco e con un elevato potere scrivente ed aderente, caratteristiche che lo rendono perfetto ad essere usato per i mascara. Esso viene aggiunto direttamente al prodotto e spesso è utilizzato anche per realizzare creme e saponi.

    Blu oltremare = è anche chiamato Lazur, Oltremarino ed Azzurro Baghdad ed è un pigmento inorganico composto da silicato di alluminio e solfuro di sodio. Può essere sia sintetico che naturale, ottenibile dal minerale Lazurite oppure tramite composizione chimica combinando assieme caolino, silicato e solfato di sodio, zolfo e carbone di legna. Le caratteristiche principali sono la media coprenza e la non tossicità ed è conosciuto fin dal Rinascimento, quando fu importato dall’Oriente. Colore molto costoso, venne utilizzato all’inizio per colorare vesti nobiliari ed ecclesiastiche, e riveste quindi un’importanza storica molto particolare per modalità d’impiego.

    Ma gli ingredienti che compongono i moderni mascara non si esauriscono alle sostanze su descritte, in quanto le formule di questo prodotto cosmetico considerato il re del make up sono ricche di oli emulsionati, cere ed acqua.

    Tra le emulsioni di oli più utilizzate, quelli di semi di lino, ricino, lanolina ed eucalipto sono i più comuni, mentre In generale sono molto utilizzate la cera di carnauba e la cera d’api, sostituite talvolta dalla paraffina.

    Infine, nella lettura degli ingredienti potresti trovare talvolta l’acido stearico oppure l’alcool, di cui ne analizziamo per te gli effetti di seguito.

    Acido stearico: che tipo di acido è ed innocuo davvero per gli occhi?

    L’acido stearico è un acido grasso saturo e si trova in vari grassi animali e vegetali, ma soprattutto è un componente importante del burro di cacao e del burro di karité.

    Si tratta di una polvere con una bassa solubilità in acqua ed è un importante prodotto chimico commerciale utilizzato in prodotti farmaceutici, cosmetici, saponi, dischi fonografici, isolanti, candele, imballaggi alimentari, composti per modellare e nella produzione di altri prodotti chimici. Comunemente, esso viene a contatto con la pelle soprattutto attraverso articoli per la cura personale ed in alcune persone è stata segnalata irritazione cutanea minima in seguito all’applicazione sulla pelle di acido stearico diluito o cosmetici che lo contengono. Tuttavia, nessuna evidenza di reazioni allergiche cutanee è stata osservata in seguito a test basati su ripetute applicazioni cutanee.

    La tendenza di molte persone che usano mascara, è ultimamente quella di direzionare le proprie scelte verso mascara vegan che non contengono questo ingrediente, così come altre sostanze chimiche come i parabeni.

    La relazione tra mascara e ciglia: è vero che può provocarne la caduta?

    La relazione tra mascara e ciglia è vero che può provocarne la caduta

    Il primo aspetto che desideriamo riportare in questo paragrafo riguarda i risultati di un’interessante ricerca pubblicata sull’ International Journal of Trichology, svolta dall’ AJ Institute of Medical Science di Mangalore.

    Secondo i ricercatori che hanno preso parte allo studio, le ciglia rivestono un ruolo importantissimo nella definizione della personalità umana e contribuiscono a creare sicurezza.

    Oggi come una volta, i mascara molto diffusi ed amati come cosmetico per gli occhi ed è principalmente per questo motivo che è stato indetto uno studio mirato a valutare la perdita delle ciglia indotta dal mascara. In particolare, lo scopo della ricerca è stato quello di determinare l’effetto del mascara sulle ciglia e trovare un’associazione tra l’uso del mascara e la caduta delle ciglia.

    I risultati della ricerca hanno determinato che potrebbe esistere una relazione tra l’uso a lungo termine di cosmetici per gli occhi e la caduta delle ciglia. Inoltre, l’uso dell’acqua per la rimozione del mascara waterproof è stato determinato come un fattore che potrebbe avere una maggiore incidenza sulla caduta delle ciglia.

    L’uso così diffuso del mascara nel mondo avvalora l’immagine degli occhi come simbolo di bellezza, e questo probabilmente è dovuto al fatto che ciglia spesse, lunghe e scure evocano sentimenti di attrazione irresistibili. Il mascara favorisce queste caratteristiche ed è per questo che esso costituisce l’arma segreta di molte donne di successo, contribuendo anche a costruire una immagine di sé più forte e delineata.

    Lo studio dei ricercatori indiani ha incluso soggetti utilizzatori occasionali di mascara e gruppi che usano il mascara quotidianamente, analizzando le reazioni in considerazione del tipo di mascara e struccante utilizzati.

    Quindi, sono state prese in considerazione una serie di diverse variabili rispetto all’utilizzo del mascara.

    All’interno dell’analisi dei gruppi occasionali rispetto a quelli quotidiani, una differenza sostanziale si è presentata all’occhio dei ricercatori: l’incidenza maggiore degli effetti sugli utilizzatori quotidiani di mascara waterproof, rispetto agli utilizzatori occasionali di mascara ordinario.

    In generale, lo studio ha anche messo in evidenza la poca incidenza del tipo di mascara sulla caduta delle ciglia: infatti, i fattori di caduta delle ciglia sono stati più che altro associati alla rimozione del mascara waterproof con l’utilizzo di acqua, che sembrerebbe essere la causa principale in un ambito di maggiore incidenza di caduta ciliare.

    Come mantenere le tue ciglia lunghe e folte nel tempo: l’incidenza dell’acqua

    Come mantenere le tue ciglia lunghe e folte nel tempo l’incidenza dell’acqua

    Le ciglia lunghe e folte universalmente desiderate dalle donne di ogni fascia d’età e categoria sociale, necessitano di cure adeguate per la loro conservazione. Come già accennato, l’utilizzo prorogato di cosmetici per gli occhi viene associato alla caduta delle ciglia, e la rimozione delle stesse è da considerarsi come fattore causale. L’uso dell’acqua per la rimozione può essere associato a una maggiore incidenza di perdita di ciglia in un individuo che ha utilizzato un cosmetico resistente all’acqua per gli occhi.

    Gli studi in questa direzione non sono ancora sufficienti, e potrebbero essere necessarie ulteriori ricerche in questa direzione per valutare gli altri fattori eziologici che potrebbero svolgere un ruolo primario e diverso dalle influenze cosmetiche, nella caduta delle ciglia.

    Molti esperti non raccomandano di rimuovere il mascara utilizzando acqua, mentre altri sconsigliano di usare mascara resistente all’acqua, come sottolinea la famosa make up artist Noleen Sliney in un articolo pubblicato online nel 2018:

    “Sebbene concordi che sia fantastico che il mascara waterproof protegga da acqua, sudore e lacrime e rimanga in posa tutto il giorno, cosa che ognuno desidera ottenere dal proprio mascara in estate, ad uno sguardo ravvicinato, in realtà si sta facendo più male che bene!”

    Secondo Sliney, questo tipo di mascara:

    1. È poco delicato e può causare danni

    Gli ingredienti utilizzati nel mascara waterproof di marca tradizionale sono molto più tosti e meno delicati di quelli del mascara normale. Alcuni ingredienti potrebbero danneggiare le ciglia e renderle molto secche e fragili. E questo potrebbe portare ad un’eventuale caduta ed alla perdita di alcune delle tue adorate ciglia.

    2. È molto difficile da rimuovere

    Il mascara waterproof è notoriamente difficile da rimuovere. Poiché è progettato per essere proprio resistente all’acqua, questo rende estremamente difficili le operazioni di rimozione una volta che si desidera effettivamente toglierlo.

    Nonostante tu possa procurarti il miglior struccante per gli occhi, un ordinario mascara resistente all’acqua è ancora molto difficile da rimuovere.

    Ne risulta che ne restano spesso evidenti tracce sulle ciglia, a volte fino al giorno dopo, se è particolarmente difficile da rimuovere. Per questo motivo, la make up artist afferma che probabilmente questo tipo di mascara possa non fare del bene alle tue ciglia. E in casi estremi, non rimuoverlo completamente potrebbe potenzialmente portare ad infezioni agli occhi.

    3. Potrebbe sollecitare troppo tutta la zona degli occhi

    Poiché è così difficile da rimuovere, significa anche che molto probabilmente bisogna strofinare molto gli occhi per rimuovere completamente il mascara e questo non va bene per il fatto che la zona attorno agli occhi è notoriamente delicata. Quindi, devi evitare con cura troppi sfregamenti, che potrebbero anche causare antiestetiche borse sotto gli occhi, linee sottili e rughe, dando all’area oculare un aspetto più invecchiato.

    4. Non è adatto ad un uso quotidiano

    Noleen Sliney è convinta che non sia una buona idea applicare regolarmente il mascara waterproof, poiché secondo l’esperta ciò potrebbe arrecare danni nel tempo a causa dell’uso quotidiano, con assottigliamento preminente delle ciglia.

    In generale, per Noleen Sliney esistono buoni mascara waterproof creati dai grandi marchi di bellezza, ma asserisce che questo tipo di mascara debba essere usato con moderazione e solo nelle occasioni, poiché la priorità è quelle di proteggere le ciglia e gli occhi.

    Perché proteggere gli occhi è importante: come difenderti dai microbi!

    Gli occhi sono inseriti in un’area delicata del viso e come tali vanno protetti con l’utilizzo di prodotti skin friendly.

    Esistono in commercio tantissime opzioni tra cui scegliere, prodotti ottimi per la pelle e fantastici nella resa e che garantiscono delicatezza, sicurezza e bellezza allo stesso tempo.

    Come esempio, i mascara all’olio di mandorle sono resistenti all’acqua, proteggono da lacrime, sudore e umidità quotidiana e contengono anche i migliori ingredienti naturali che fanno bene alle tue ciglia e senza danneggiarle in alcun modo.

    Proteggere gli occhi è importante per salvaguardare la salute di un organo per noi importantissimo, ed è per questo motivo che devi scegliere soltanto prodotti con i migliori ingredienti, al fine di non danneggiare le tue ciglia.

    È essenziale scegliere sempre il mascara più adatto alla tua pelle: sul mercato ve ne sono talmente tanti che non è sicuramente un’operazione facile scegliere quello più giusto. Ecco perché saper leggere la lista degli ingredienti è davvero decisivo per effettuare la scelta migliore.

    I microbi, no!

    Un altro aspetto da affrontare, riguarda studi compiuti sugli effetti che ha il mascara sul nostro corpo, in seguito ai quali un altro aspetto è emerso per metterti in guardia sulla salvaguardia dei tuoi occhi. In particolare, una ricerca pubblicata sul Journal of Applied Microbiology ha evidenziato la possibilità di proliferazione di microbi nel mascara che normalmente usi.

    La ricerca pubblicata dai ricercatori della Aston University nel Regno Unito, ha rilevato che 9 prodotti testati su 10 contenevano batteri in grado di causare malattie, come infezioni della pelle soprattutto se usati vicino agli occhi o alla bocca.

    Tuttavia, la presenza di batteri potenzialmente pericolosi nel trucco non significa necessariamente che le persone possano avere delle conseguenze, in quanto non ci sono studi sufficienti a dimostrarlo.

    La ricerca della Aston University sottolinea che le cattive pratiche igieniche messe in atto quando si usa il trucco, devono diventare pratiche consapevoli per evitare che i batteri interferiscano con la nostra salute. Quindi, i ricercatori evidenziano quanto sia necessario guidare le persone ad un corretto utilizzo dei prodotti di cosmetica per un uso consapevole che parte dalla conoscenza degli ingredienti ed arriva ai metodi più giusti per la loro applicazione.

    La salvaguardia degli occhi come specchio dell’anima

    La salvaguardia degli occhi come specchio dellanima

    Lo diceva Platone nel Fedro. Gli occhi sono considerati universalmente lo specchio dell’anima, e tra le civiltà del passato si riteneva che occhi contornati da ciglia lunghe e nere fossero in grado di allontanare gli spiriti maligni e proteggere le persone. Questo aspetto è probabilmente la base ancestrale della popolarità del mascara, che nei secoli si è allargata a dismisura in ogni parte del globo non senza una ragione. La protezione dello sguardo corrisponde alla salvaguardia del proprio mondo interiore, che come tale esige cura e delicata attenzione: porta d’accesso e d’uscita di emozioni e sentimenti, come potrebbe il mascara non essere considerato fedele vassallo dello sguardo?

    Un baluardo di difesa per gli occhi, da costruire tramite la scelta e l’uso di mascara di qualità che diano garanzia di non essere nocivi, da abbinare a mosse corrette di applicazione, perché

    L’occhio è il punto in cui si mescolano anima e corpo – Christian Friedrich Hebbel